Home - Strutture Associate

Le nostre strutture


Azienda Agricola Borgo del Miele

comune: Argelato
tipo struttura: Azienda Agricola
categoria:
- Prodotti Tipici

contatti:

Azienda Agricola Borgo del Miele s.s.
certificato ICFA Biologico


Sede Legale: Via Palazzaccio 1/1 - 40016 San Giorgio di Piano (BO)

Sede operativa: Via Macero 24/2 - 40050 Argelato (BO)

P.IVA/C.Fisc 03252991207

Cell: Irene 3284128617 - Andrea 3396903258

Sito internet: www.borgodelmiele.it
 
oppure visita la nostra Pagina Facebook


descrizione:

La nostra azienda nasce nel 2012 dalla passione per l'allevamento delle api e dalla volontà di realizzare un'attività indipendente. Da subito abbiamo intrapreso la conversione al metodo biologico, che riteniamo lo stile di produzione più rispettoso per l'ambiente che ci circonda e per il prodotto che le api ottengono con il loro lavoro, il miele.

Attualmente produciamo i mieli caratteristici del nostro territorio allevando circa 300 alveari, non senza diverse difficoltà.

L'apicoltura Italiana sta infatti attraversando un difficile momento, che pone pesanti interrogativi per il futuro. Si moltiplicano gli allarmi da parte degli addetti ai lavori circa le pesanti perdite di alveari che fanno assomigliare sempre più l'uscita dall'inverno ad un bollettino di guerra.

In causa sono chiamati innumerevoli fattori che sommando i loro effetti finiscono per ostacolare se non addirittura impedire la sopravvivenza di insetti, abituati a vivere sul nostro pianeta da milioni di anni.

Le malattie delle api occupano sicuramente un posto d'onore tra le preoccupazioni di noi apicoltori. Vecchi nemici delle api ai quali purtroppo se ne aggiungono altri, portati nel nostro continente dall'incessante marea della globalizzazione.

Ultimo fra tutti il ritrovamento in Calabria, alla fine del 2014, di uno scarabeo di origine africana in grado di riprodursi all'interno degli alveari arrecandone gravi danni, fino a compromettere pesantemente la capacita produttiva delle colonie infestate. L'apicoltura europea sta seguendo in questi mesi con il fiato sospeso il tentativo di arrestare la diffusone di questo coleottero, sforzo che sembra però davvero improbo.

Descrivendo i mali odierni delle nostre api non possiamo infine tralasciare il massiccio, spesso scriteriato utilizzo di insetticidi in agricoltura. Frutteti, vigneti, orti e giardini si stanno trasformando, attraverso l'uso ed abuso di molecole chimiche, in luoghi inospitali per qualsiasi insetto.

La sofferenza delle api, testimoniata da chi come noi ha scelto di allevarle come mestiere per la vita, non è che la punta dell'iceberg di un inesorabile declino di insetti impollinatori utili, dalle api selvatiche fino alle farfalle, come testimoniano diversi studi scientifici internazionali.

 

Ma cosa c'entro io con il declino delle api?

L'errore più grande che possiamo commettere è pensare che questo sia un problema solo degli apicoltori! Le api infatti, con i loro innumerevoli voli alla ricerca di fiori, sono sentinelle efficaci e instancabili dello stato di salute dell'ambiente circostante. Possiamo davvero pensare che un ambiente ostile alla sopravvivenza delle api sia invece un ambiente sano dove vivere e far crescere i nostri figli?

 

Cosa posso fare allora per contribuire a risolvere il problema?

Molti dei nostri gesti quotidiani possono rappresentare un concreto segno di cambiamento

Ecco alcuni esempi:

  • Limitiamo nei nostri giardini l'utilizzo di insetticidi allo stretto necessario (se necessario!), scegliendo se possibile molecole meno tossiche per le api. Chiediamo che chi effettua le disinfestazioni per le zanzare nei nostri giardini condominiali, così come chi gestisce il verde pubblico, adotti pratiche e prodotti a basso impatto ambientale.

Sopportiamo di avere il parabrezza dell'auto sporco senza pretendere che il comune esegua un trattamento insetticida sugli alberi del viale sotto casa.

  • Promuoviamo sistemi agricoli rispettosi dell'ambiente con limitato utilizzo di molecole chimiche, ad esempio, acquistando quando possibile prodotti da agricoltura biologica.
  • Informiamo e raccontiamo a chi ci sta intorno il problema della sopravvivenza delle api e degli insetti utili in generale.

 

Solo lo sforzo e l'impegno di tutti potrà permettere di mantenere vive le api, portatrici di fertilità per le piante, biodiversità e patrimonio irrinunciabile per il nostro pianeta e per tutti i suoi abitanti.

 

Azienda Agricola Borgo del Miele

Argelato (BO)

 

Potete trovarci tutte le terze domeniche del mese al mercato contadino di Funo di Argelato - vedi mappa - In orario 9,00 - 12,30



I nostri mieli
Azienda Agricola Borgo del Miele – Argelato (Bo)
 
MILLEFIORI
Miele prodotto nella tarda primavera e durante l'estate dalle fioriture
spontanee della nostra pianura e collina. Le caratteristiche di questo miele
non sono mai uguali tutti gli anni e variano anche a seconda del luogo di
produzione. Questo fa si che il millefiori sia un miele speciale ed irripetibile.
Colore: da giallo paglierino ad ambra scuro
Cristallizzazione: lenta e irregolare
Odore: tenue e caratteristico
Sapore: dolce e caratteristico; delicato senza retrogusti particolari

CASTAGNO
Prodotto sulle nostre colline dalla fioritura di castagneti selvatici durante il
mese di luglio.
Colore: da ambrato a quasi nero con tonalità rossastre
Cristallizzazione: in genere assente quando è puro o a grossi cristalli quando
misto con miele di bosco o prato
Odore: forte,deciso, penetrante, di sapone di marsiglia, tanninico (di ceci,
legno secco)
Sapore: pungente all'inizio, poi più o meno fortemente amaro a seconda
dell'origine

ACACIA
Prodotta in pianura lungo i corsi d'acqua e nella prima collina durante il mese
di maggio.
Colore: da incolore, trasparente a giallo paglierino.
Cristallizzazione: assente.
Odore: molto leggero, generico di miele.
Sapore: molto delicato, ricorda la carta delle caramelle, confettato, vanigliato

TIGLIO
Prodotto durante il mese di giugno durante la fioritura delle alberature di
tiglio presenti soprattutto nei paesi della nostra pianura.
Colore: da chiaro a piuttosto scuro, a seconda del contenuto in melata
Cristallizzazione: molto spesso a grana grossolana
Odore: tipico mentolato, resina di pino
Sapore: simile all'odore, medicinale, nocino, con leggero retrogusto

MELATA
Durante il periodo caldo gli afidi, in particolare la metcalfa, parassitizzano
numerosissime piante succhiandone la linfa per trarne nutrimento. Questi
parassiti utilizzano solo la parte proteica ed eliminano la parte zuccherina
sotto forma di melata che, colando sulle foglie, viene raccolta dalle api. E' un
miele che può essere facilmente mescolato con altri raccolti tipici estivi,
variando così le sue caratteristiche.
Colore: da ambra scuro fino quasi nero se liquida, marrone se cristallizzata
Cristallizzazione: consistenza vischiosa, filante. Rimane liquida a lungo ma
può cristallizzare
Odore: di media intensità che ricorda la conserva, passata di pomodoro,
confettura
Sapore: persistente che richiama l'odore; può avere una nota acida e salata

SULLA
La sulla è una leguminosa che cresce spontanea sui terreni incolti, tipica dei
calanchi dell'appennino. Fiorisce da maggio a giugno, subito dopo l'acacia.
Colore: da incolore a giallo paglierino quando liquida. Da bianco a beige
quando cristallizza
Cristallizzazione:compatta, non dura, con cristalli medi o fini facilmente
solubili
Odore: molto tenue, di paglia, poco fine
Sapore: delicato con una gradevole nota caratteristica vegetale. Mediamente
dolce, tendente all'acido e poco persistente

ERBA MEDICA
L'erba medica è una leguminosa perenne che fiorisce da maggio a settembre,
tipica foraggera della nostra pianura. Il miele è caratterizzato da una notevole
acidità ed umidità.
Colore: da ambra a ambra chiaro quando liquido; beige, nocciola quando
cristallizzato
Cristallizzazione: spontanea dopo poco tempo dal raccolto
Odore: vegetale, di erba tagliata, pungente, di cera d'api fusa
Sapore: di media intensità e persistenza, richiama l'odore

CORIANDOLO
Viene coltivato generalmente per produrre il seme da utilizzare come spezia
in cucina. E' una coltura recentemente introdotta nel nostro territorio.
Colore: quando liquido di color oro, ambra chiaro;tende a schiarire quando
cristallizzato
Cristallizzazione: cristallizza pochi mesi dopo il raccolto
Odore: mediamente intenso e vegetale
Sapore: fine, caldo, caramellato, di cocco disidratato, con retrogusto speziato.

servizi: Borgo del miele propone interessanti laboratori per adulti e bambini per fare conoscere il mondo delle api e il prodotto Miele.

Scarica il nostro materiale didattico relativo alle api e al miele!

Inoltre vendita di vari tipi di miele: 

PREZZI MIELE 2015 

(Produzione 2014)

 

Azienda Agricola Borgo del Miele 

Via Macero24/2 Argelato - BO 

Irene 328 4128617

info@borgodelmiele.it 

 

 

ACACIA

 

1000g

€ 9,00

500g

€ 5,00

290g.

€ 3,00

Assaggio monodose 45g

€ 1,00

 

TIGLIO – CASTAGNO – CORIANDOLO – ERBA MEDICA - SULLA

 

 

1000g

€ 8,00

500g

€ 4,50

290g.

€ 2,70

Assaggio monodose 45g

€ 1,00

 

 

MILLEFIORI - MELATA

 

 

1000g

€ 7,00

500g

€ 4,00

290g

€ 2,50

Assaggio monodose 45g

€ 1,00

 

 

CONFEZIONI REGALO

 

Pacchettini monodose (vasetto monodose confezionato)                                    € 2,50

Cartone da 2 o 3 vasetti da 500g o 290g (in aggiunta al prezzo del miele)

€ 2,00

Sacchettino trasparente (in aggiunta al prezzo del miele)

€ 1,00

photogallery:

I nostri associati